Cerca nel blog

10 aprile 2008

Addio sogni di gloria …

almeno per questa estate: il ginocchio mi ha abbandonato definitivamente.
La cosa che ormai sembra certa è che deve essere operato. Su quello che decideranno poi di fare è ancora tutto da vedere: ricostruzione del legamento o “semplicemente” rimozione della parte di menisco lesionato.
In entrambi i casi i tempi di recupero non sono poi lunghissimi, lo è pero’ la lista di attesa.
Questa estate quindi niente Petit Tournalin, niente Marmolada, niente Tresero, niente Emilius, niente 4000, niente ghiaccio, forse qualche arrampicata dove il ginocchio non è poi cosi essenziale ma anche su questo fronte vedremo.
Cosa mi rimane?
Foto di fiori, ma a quote basse.
Forse qualche utilizzo degli impianti per la discesa … insomma: un’estate tutta da reinventare.
Che sia venuto il momento di andare a fare la turista?
Chissà se anche la bici mi è vietata …

7 commenti:

Alby ha detto...

Forza!!!!!!!Non disperare!!!C'è di peggio.L'anno scorso in questo periodo,ricominciavo a riprendere l'escursionismo dopo un mese e mezzo di fermo obbligatorio per un infortunio sul lavoro: spappolamento dell'ultima falange del pollice destro,acora oggi visibile.Me l'hanno ingessato compreso le altre dita e il polso,quindi,non potevo guidare l'auto e infilarmi l'abbigliamento adeguato e rinunciando a una dozzina di escursioni con la neve.Per mantenere l'allenamento,facevo lunghe passeggiate nel parco delle groane,in attesa di tempi migliori e soffrendo perchè non potevo andare in montagna.Ciao e tanti auguri da Alby

Anonimo ha detto...

Mi spiace, Silvia!
Il mio digiuno di montagna negli ultimi tempi è dovunto a ragioni diverse, non di salute, ma posso dire di capirti!
Se mi posso permettere un consiglio, cerca di goderti altri aspetti della montagna, meno impegnativi fisicamente.
La tua passione per la fotografia ti aiuterà sicuramente in questo.
La montagna comunque puoi frequentarla, viverla e "respirarla" SEMPRE, anche in altre forme!
Tantissimi auguri.
Luca A.

Anonimo ha detto...

Non disperare !! intanto cerca di muoverti nei limiti del possibile per mantenere il tono muscolare, ad esempio tornando a casa dal negozio a piedi. Il resto dopo l'eventuale operazione lo farà la tua testa. Dopo il periodo di pausa forzata, avrai ancora più voglia di andare a sbuffare su è giù per sentieri. Ne sono certo.
Stai tranquilla, auguri da Nicola.

heliS ha detto...

Grazie!
Alby: per me non si tratta di un mese e mezzo .... purtroppo saranno ben di +! Cmq si, c'è di peggio ... sto ascoltando gli exit pool :(
Grazie Luca, Grazie Nicola e si, le foto torneranno appena saro' in grado di fare qualche piccola passeggiata. Mi sto segnando tutta una serie di mete che potranno essere proponibili.
Di tenere i muscoli in forma ci avevo pensato; magari andando in bici in negozio o con la piscina. Vediamo cosa consiglia l'ortopedico.
Intanto andate a zonzo anche per me!
Ciao
Silvia

flaco ha detto...

Ma che jella è questa!
Buona guarigione, so che avrai la determinazione per tornare alle vette.
Intanto buone merenderos-gite e, chissà, qualche facile arrampicata...

s'ciao

Anonimo ha detto...

Ciao Silvietta,

a me è capitato di dover lasciar stare la montagna per dieci anni...

Stai tranquilla, le ginocchia sono fatte così, marca stretto i dottori e fattelo sistemare... Quest'estate ti terrai "calma" (ma se ti va ci sono per la cresta Ongania, promesso), ti farai cioè qualcosa di non troppo stancante... poi, una volta sitemata, riprenderai in fretta...

I veri problemi, come ben sai, sono altro... Quelli a cui non c'è rimedio.

Presto passerò da Te, come avevo detto, appena potrò essere di nuovo libero a Milano.

Per ora un abbraccio, non abbtterti, vedrai che passerai oltre con un sorriso.

Luca - Arterio Lupin

heliS ha detto...

La cresta Ongania !!!! PRONTA!
Beh, quasi .... e si, perchè potrebbero esserci interessanti novità sul mio periodo di recupero :)))
Grazie Luca! Ti aspetto in negozio!
Silvia